Proponiamo di seguito i relatori del convegno e i titoli del loro intervento:
  • Enrico Acciai, Biografie trasnazionali. Le traiettorie dei reduci dei reduci di Spagna nell’Europa in guerra (1936 – 1945), (Università della Tuscia);
  • Ester Lo Biundo, Radio Londra 1943-45. La società italiana ai microfoni della BBC, (Università di Reading);
  • Fabio Verardo, La Corte d’Assise Straordinaria di Udine ed i processi per collaborazionismo in Friuli, (Università di Trento);
  • Gabriele Licciardi: La costruzione del mito del bandito Giuliano nella transizione repubblicana (1943-47), (Università degli studi di Verona);
  • Irene Bolzon, Alle origini della violenza. “Bande nere”, collaborazionismo, repressione antipartigiana e controllo del territorio tra Veneto e Operationszone Adriatisches Küstenland (OZAK) 1943-1945, (IRSML Trieste);
  • Jacopo Calussi, Squadra, Battaglione, Brigata. La “Muti” di Padova nella sua evoluzione, attraverso i rapporti tra prefettura repubblicana e federazione del PFR (Università di Roma Tre);
  • Mariachiara Conti, I GAP (Gruppi di azione patriottica): identità comunista e guerriglia urbana durante la guerra di Liberazione, (Università di Cassino e del Lazio Meridionale);
  • Matteo Stefanori, La Resistenza italiana di fronte alla persecuzione degli ebrei, (Università della Tuscia);
  • Nicola Tonietto, L’altra Resistenza. I movimenti fascisti nell’Italia liberata (1943-1945), (Università degli studi di Udine e Trieste);
  • Nicolò Da Lio, Una Resistenza regolare? Le truppe cobelligeranti italiane 1943-1945, (Università degli studi del Piemonte Orientale);
  • Ugo Pavan Dalla Torre: Le Associazioni reducistiche e combattentistiche e la Resistenza: un nuovo punto di vista sul biennio 1943-1945, (ricercatore indipendente);
  • Valentina Casini: L’attualizzazione della Resistenza nel Partito comunista italiano e nei gruppi della sinistra extraparlamentare nella prima metà degli anni Settanta, (Università di Bologna)